Coibentazione interna del tetto: vantaggi e costi

Tutto quello che devi sapere sulla coibentazione del tetto

Coibentazione interna del tetto: vantaggi e costi

La coibentazione interna del tetto è una tecnica di isolamento termico, realizzata attraverso l’applicazione di materiali specifici, con il duplice scopo di bloccare il passaggio del calore verso l’esterno, durante l’inverno, e di impedire la penetrazione dei raggi solari, nella stagione più calda.
Per effettuare questo tipo di lavorazione, si possono utilizzare diversi metodi.

  • Uno dei più diffusi prevede l’applicazione di pannelli isolanti, fissati al tetto con apposite staffe metalliche e poi rivestiti in cartongesso o in legno.
    N. B. Questo sistema consente di mantenere una buona estetica del soffitto ma è considerata una tecnica invasiva.

 

  • Tra le tecniche di coibentazione non invasive, sta prendendo sempre più piede l’insufflaggio: un’alternativa estremamente conveniente dal punto di vista economico, in quanto non richiede interventi esterni o interni all’abitazione e non influisce sull’aspetto estetico dell’edificio.

Inoltre, la maggior parte dei materiali isolanti utilizzati per l’insufflaggio, come ad esempio la fibra di cellulosa e la lana di vetro, assicurano un ridotto impatto sull’ambiente, oltre a permettere di contenere le perdite termiche attraverso il tetto, mantenendo la temperatura interna costante e riducendo il consumo energetico per il riscaldamento o il condizionamento.

Insufflaggio del tetto
Tecnica non invasiva

Isolare il tetto di casa dall’interno: tutto quello che c’è da sapere

Quando si affronta l’isolamento termico del tetto dall’interno, la scelta del materiale isolante gioca un ruolo fondamentale nel determinare l’efficacia e le prestazioni complessive del sistema. Oltre alla fibra di cellulosa e alla lana di vetro, i materiali più comunemente utilizzati sono la schiuma poliuretanica e il polistirene espanso. Ognuno di questi materiali ha caratteristiche specifiche che li rendono adatti a diverse situazioni.

 

Come scegliere i materiali per l’isolamento interno del tetto

materiali per cappotto termico
Materiali Isolanti: clicca qui per approfondimenti

La scelta del materiale isolante più adatto dipende da diversi fattori, tra cui le caratteristiche specifiche del tetto, le condizioni climatiche, il budget e le preferenze personali.

A questo proposito, è sempre fondamentale consultare un esperto o un professionista del settore per valutare le opzioni disponibili e determinare quale materiale isolante sia più appropriato.

Ecco le principali opzioni presenti sul mercato

  1. La fibra di cellulosa è un materiale isolante biodegradabile, ecologico ed economico, realizzato principalmente da carta riciclata, trattata con additivi ignifughi. È un’opzione popolare, poiché offre un’ottima resistenza al calore, oltre a contribuire alla riduzione del volume di rifiuti destinati alle discariche. La fibra di cellulosa viene generalmente soffiata o insufflata negli spazi dell’intercapedine del tetto, creando uno strato uniforme e compatto, capace di garantire un isolamento ottimale.
  2. Anche la lana di vetro è un materiale ampiamente utilizzato nelle procedure di isolamento termico interno, grazie alle eccellenti proprietà isolanti, alla capacità ignifuga e alla facilità con cui può essere posizionata tra le travi del tetto o fissata alle superfici. È ricavata fondamentalmente da sabbia e vetro riciclato, attraverso procedure che richiedono basse quantità di energia, riducendo l’emissione di gas serra.
  3. La schiuma poliuretanica è un materiale isolante a celle chiuse che presenta ottime proprietà di isolamento termico. Viene spruzzata o iniettata come schiuma liquida, che poi si espande e indurisce, creando uno strato isolante senza giunture o interruzioni. Grazie alla sua consistenza, può aderire a diverse superfici, comprese quelle irregolari o inclinate. E’, dunque, particolarmente efficace nel riempire spazi vuoti, evitando la formazione di ponti termici.
  4. Il polistirene espanso, noto anche come EPS, è un materiale leggero e resistente, disponibile in pannelli o blocchi. È facilmente gestibile e modellabile, durante i lavori, e questo lo rende perfetto per adattarsi alle diverse forme del tetto. Il polistirene, inoltre, è particolarmente adatto per l’utilizzo in aree con elevati livelli di umidità, poiché è impermeabile all’acqua.

Come preparare il tetto per i lavori di isolamento

Una volta scelto il materiale isolante più adatto, è fondamentale dedicare la giusta attenzione alla preparazione accurata della superficie da trattare. Per esempio, potrebbe essere necessario rimuovere intonaci o vernici già presenti, al fine di ottenere una base priva di imperfezioni

  • Attenzione ai ponti termici
    Durante la realizzazione delle procedure di isolamento, uno degli aspetti cruciali da considerare sono i ponti termici. Leggi l’articolo 

 

Come prevedere una ventilazione efficace

È essenziale considerare l’importanza di un adeguato sistema di ventilazione, per evitare potenziali problemi di umidità o la formazione di muffa. Potrebbe essere necessario installare prese d’aria o estrattori in punti strategici del tetto, per garantire un flusso d’aria ottimale. Questo aiuta a prevenire l’accumulo di umidità e la formazione di condensa, preservando la salute degli abitanti e prevenendo danni strutturali

Ponti Termici

Gli errori da evitare per isolare correttamente il tetto

Isolare correttamente il tetto è essenziale per garantire il massimo comfort all’interno della propria abitazione e per ridurre i costi energetici. Tuttavia, è importante essere consapevoli degli errori comuni che possono compromettere l’efficacia dei lavori.

Ecco, alcuni punti cruciali da tenere in considerazione.

1. Utilizzare materiali inadatti

Questo è il primo errore in cui si può incorrere. La scelta dei materiali isolanti è di fondamentale importanza, in quanto optare per soluzioni economiche o di bassa qualità potrebbe ridurre l’efficacia dell’isolamento termico. È consigliabile, dunque, consultare dei professionisti del settore, per fare la scelta più idonea e funzionale a ogni esigenza specifica.

  1. Ignorare la ventilazione

Una corretta ventilazione è fondamentale per prevenire la formazione di condensa e muffe. Per questo, assicurarsi di avere un sistema adeguato che permetta una corretta circolazione dell’aria sotto il tetto è decisivo per il risultato finale e contribuirà a mantenere l’ambiente salubre.

  1. Non prestare attenzione alle fughe e alle crepe

Anche le più piccole fessure nel tetto possono compromettere l’efficacia dell’isolamento termico. Dunque, effettuare una verifica accurata del tetto, alla ricerca di eventuali punti deboli e risanarli prima di procedere con l’installazione è un punto essenziale a favore della buona riuscita dei lavori.

  1. Non rispettare le normative

Prima di iniziare qualsiasi lavoro di isolamento termico del tetto, è fondamentale informarsi sulle normative locali. Ogni zona o regione può avere requisiti specifici riguardanti questo tipo di operazioni. Dunque, assicurarsi di seguire tutte le regole vigenti garantisce la conformità dei lavori e mette al riparo da eventuali sanzioni.

  1. Ignorare l’importanza di un’installazione corretta

Anche se si utilizzano materiali di qualità, l’installazione impropria dell’isolamento può ridurne l’efficacia. Per questo, è importante affidarsi a professionisti del settore e ottenere una messa in opera corretta.

In definitiva, seguendo attentamente queste linee guida e facendo attenzione agli errori da evitare, è possibile ottenere un isolamento ottimale del tetto dall’interno, garantendo un ambiente confortevole in casa, riducendo i costi energetici e prevenendo problemi legati all’umidità e alla formazione di muffe.

 

Quanto costa la coibentazione interna del tetto?

 

L’isolamento termico del tetto è una soluzione molto utilizzata per migliorare l’efficienza energetica di un’abitazione, e ridurre i costi di riscaldamento e climatizzazione.

Tuttavia, il costo dei lavori può variare in base a numerosi fattori a partire dal tipo di materiale scelto: la fibra di vetro è generalmente la soluzione più economica e offre una buona resistenza termica, così come la cellulosa.

Naturalmente, è importante valutare attentamente le caratteristiche di ciascun materiale, per determinare quello più adatto alle proprie esigenze. Siti specializzati come EcoIsolamento.it possono fornire tutte le informazioni utili per una scelta ponderata.

In secondo luogo, il costo dipende dalle dimensioni del tetto e dal livello di complessità dell’installazione. Tetti di dimensioni maggiori richiedono, solitamente, una quantità superiore di materiale isolante e potrebbero richiedere anche un lavoro più impegnativo in termini di tempo. Inoltre, la presenza di ostacoli, come abbaini o camini, può aumentare la complessità dell’installazione e influire sul costo totale.

Infine, l’importo è influenzato anche dalle tariffe dei professionisti locali. In generale, a livello indicativo, è possibile affermare che il costo dell’isolamento termico di un tetto dall’interno varia da circa €25 a €35, al metro quadrato.

Tuttavia, per ottenere una stima precisa, è consigliabile effettuare una ricerca accurata sulle tariffe nella propria zona, prima di selezionare un fornitore. Ottenere preventivi dettagliati da diverse aziende, infatti, permette di confrontare i prezzi e trovare l’opzione più conveniente.

Vorresti realizzare l’insufflaggio del tuo tetto? Chiamaci per saperne di più!

Se stai cercando soluzioni per isolare efficacemente il tetto della tua casa, l’insufflaggio potrebbe essere la risposta giusta. Questo metodo innovativo, infatti, permette di isolare l’ambiente dall’interno, evitando costose e invasive opere murarie.

Perché optare per l’insufflaggio? Ecco i suoi vantaggi principali.

Innanzitutto, l’insufflaggio è in grado di coprire ogni angolo e cavità del tetto, eliminando i fastidiosi ponti termici e assicurando un’ottima coibentazione. Grazie a questa tecnica, è possibile raggiungere uno spessore di isolamento superiore rispetto ad altre metodologie, garantendo un’efficienza energetica senza precedenti.

Le qualità dell’insufflaggio, tuttavia, non si fermano qui. Questa soluzione, infatti, si distingue per la sua durata nel tempo, richiedendo poche e semplici operazioni di manutenzione nel corso degli anni. Inoltre, essendo un metodo non invasivo, non comporta alcun rischio di danni strutturali a carico della casa.

 

 

Ecoisolamento Termico: il nostro team è a tua disposizione

Per saperne di più sull’insufflaggio come soluzione per isolare il tetto della tua casa, non esitare a contattarci: il nostro team di esperti ti fornirà tutte le informazioni necessarie e ti guiderà nella scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze.

 

Richiedi un preventivo
su WhatsApp

Veloce e sicuro!

Richiedi un preventivo
su WhatsApp

Veloce e sicuro!